Trattamento con cellule staminali per la malattia di Lyme

Cervello, sistema nervoso, cuore, circolazione, muscoli, articolazioni, sistema riproduttivo, la digestione e la pelle sono alcune aree del corpo colpite dalla malattia di Lyme cronica. A volte i sintomi impiegano anche anni per svilupparsi ed è impossibile prevedere quando potrebbero comparire. Queste difficoltà sono molto difficili da risolvere, lasciando un paziente sofferente e disabile per le normali attività quotidiane.

Nuovo terapia con cellule staminali è una scoperta estremamente utile per tutti i pazienti con malattia di Lyme la cui condizione è progredita e ha lasciato loro un danno che causa sintomi che non possono essere risolti.
. Fanno parte di un sistema di riparazione e durante questa procedura vengono arricchiti e il loro numero ampliato, ecco perché sono in grado di ricostruire maggiormente le aree danneggiate all'interno dell'organismo, in modo del tutto naturale, invertire i sintomi di una condizione.

Terapia con cellule staminali è completamente sicuro

Trattamento dell'artrosi con cellule staminali
Accanto a questo principale trattamento con cellule staminali, il paziente viene sottoposto ad altre terapie che aiutano a migliorare e potenziare i risultati finali, oltre a risolvere altri problemi all'interno del corpo. La malattia di Lyme provoca accumulo di tossine, metalli pesanti, pesticidi, infiammazioni e altre sostanze altamente dannose per il sistema umano, ecco perché purificare il sangue da loro aiuta l'organismo a combattere i batteri ed eliminarlo dall'organismo.

Subito dopo il trattamento con cellule staminali alcuni miglioramenti possono essere evidenti, ma affinché gli effetti si sviluppino completamente, 2-4 devono passare dei mesi. Il paziente avrà molta più energia, i sintomi diminuiscono drasticamente e la salute generale è in uno stato molto migliore.
Trattamento con cellule staminali è progettato per colpire queste aree all'interno delle articolazioni per aiutare con la creazione di nuove cellule della cartilagine.
Le cellule staminali sono multipotenti e hanno la capacità di differenziarsi in cartilagine chiamata (condriti). L'obiettivo di ciascuno trattamento con cellule staminali consiste nell'iniettare le cellule staminali nell'articolazione per creare la cartilagine (cellule condritiche). Le cellule staminali sono un antinfiammatorio naturale che può aiutare con il dolore e il gonfiore dell'artrosi nell'area articolare.

Diabete

Le cellule staminali dei pazienti con T2DM porterebbero all'abolizione o alla riduzione del fabbisogno di insulina 70-80% (o più) in un periodo di 6 mesi. Cellule staminali in pazienti con diabete di tipo 2 portare ad un aumento dello sviluppo di nuovi vasi sanguigni, secrezione di vari prodotti del sistema immunitario e sovraregolazione dei fattori di trascrizione del pancreas e dei fattori di crescita vascolare. Tutto ciò crea un microambiente che supporta l'attivazione e la sopravvivenza delle cellule beta/cellule staminali residenti.
Le cellule staminali possono ripristinare le strutture danneggiate e ringiovanire le cellule in crisi in modo molto efficace. La scienza delle cellule staminali ha visto notevoli progressi negli ultimi anni con molti nuovi sviluppi e scoperte.
La quantità di cellule ripristinate non copre solo le perdite giornaliere, ma li supera mille volte. così, la riserva delle cellule staminali, praticamente perso per l'ultimo 15 – 20 anni, viene ripristinato. Dopo un rifornimento cellulare così attivo, gli organi vengono ringiovaniti e rinnovati, perché le cellule nuove e attive sostituiscono quelle vecchie e danneggiate.


NBScienza

organizzazione di ricerca a contratto

terapia con cellule staminali