Terapia con cellule staminali da cheratocono e distrofia corneale

Il crescente campo della terapia con cellule staminali è rivolto a un altro potenziale bersaglio per gli occhi: distrofia corneale.

Il gruppo di ricerca ha completato la ricerca clinica dimostrando che le cellule staminali possono produrre nuovo collagene. La terapia con cellule staminali è progettata per rafforzare e correggere la cornea nei pazienti con cheratocono e altre malattie associate a cheratociti disfunzionali della cornea.

Dopo risultati promettenti in modelli animali, è stato valutato il paradigma del trattamento 5 pazienti adulti con cheratocono avanzato.

“Questo studio suggerisce che le cellule staminali possono essere utilizzate e la procedura è sicura e che le cellule staminali producono nuovo collagene sano negli occhi malati,” ha detto il ricercatore principale.

Nella prima fase del processo, le cellule staminali sono state estratte da ciascun paziente. Quando le cellule staminali coltivate erano pronte nel dosaggio del trattamento, sono stati iniettati.

I ricercatori hanno deciso di utilizzare le cellule staminali a causa della loro capacità di differenziarsi in molti tipi di cellule e della loro facile accessibilità rispetto ad altri metodi.

 

Dopo la procedura di impianto, non c'è stata infiammazione o episodi di rigetto. E, nonostante le preoccupazioni per la perforazione di una cornea sottile e debole, il team non ha osservato alcun effetto negativo sulla biomeccanica corneale.

Sei mesi dopo il trattamento, i pazienti hanno mostrato un miglioramento dell'UCVA per linea, e BCVA aumentato di 2 linee con una lente a contatto rigida. I dati visivi non erano disponibili per il 5 ° soggetto, che non ha completato una valutazione completa delle azioni di follow-up. In tutte le materie, la concentrazione di IOP e di cellule endoteliali è rimasta stabile, e la biomicroscopia confocale ha confermato la sopravvivenza delle cellule staminali. L'eccellente sfera è migliorata 2 partecipanti e sono rimasti a un livello base di 3 partecipanti.

A lungo termine, questi cheratociti trattati dovrebbero essere in grado di rilevare e compensare il difetto creato da pazienti con cheratociti, ripristinando lo spessore della cornea.

___________________

 

Altri ricercatori hanno sviluppato una nuova tecnica per il trattamento dell'occhio usando cellule staminali, che aiuterà il naturale recupero degli occhi danneggiati da un incidente o una malattia. Questa tecnica può aiutare milioni di persone in tutto il mondo a preservare e persino a ripristinare la propria visione.

I ricercatori descrivono un nuovo metodo per creare membrane usando cellule staminali. Questa tecnologia è progettata per trattare il danno corneale, che è uno dei principali fattori che portano alla cecità sul pianeta.

 

Il trattamento standard per la cecità corneale prevede trapianto di cornea o iniezioni di cellule staminali. Per alcuni pazienti, tale trattamento dopo alcuni anni potrebbe non riuscire, poiché l'occhio guarito non contiene le cellule staminali necessarie per l'attuale restauro della cornea.

Test di laboratorio hanno dimostrato che le membrane supportano la crescita cellulare.

Il trattamento della cecità corneale è particolarmente urgente nei paesi in via di sviluppo, dove l'incidenza di danni agli occhi chimici o traumatici è elevata, e il trattamento complesso come il trapianto o il trapianto amniotico non è disponibile per la maggioranza della popolazione.

A causa dell'elevato potenziale rigenerativo delle cellule staminali, possiamo usarlo.

certificato GCP

 

Questa tecnica è rilevante anche per i paesi più sviluppati come il Regno Unito e gli Stati Uniti d'America,

Gli attuali metodi di trattamento della cecità corneale si basano sul tessuto donatore per il rilascio di cellule in coltura, che implica la presenza di una banca dei tessuti. Ma non tutti hanno accesso a una banca del genere ed è assolutamente impossibile eliminare completamente tutti i rischi di trasferimento di malattie quando si lavora con tessuti umani viventi

Con l'uso di materiale artificiale, alcuni rischi per i pazienti saranno esclusi, e questo materiale sarà disponibile per tutti i chirurghi.

Speriamo anche che un ciclo completo di trattamento con cellule staminali non sia solo migliore degli attuali corsi di trattamento, ma, allo stesso tempo, più economico.

 

Le cellule staminali hanno aiutato i medici a curare l'opacità della cornea , secondo l'American Society of Cell Biology. così, una malattia umana molto comune in futuro sarà possibile curare senza chirurgia.

 

___________

 

Rivitalizzazione (ringiovanimento) usando le cellule staminali – il metodo si basa sull'abilità di cellule staminali iniettate nel corpo fondersi con strutture danneggiate, si differenziano per il loro tipo, dando origine a un nuovo tessuto sano, e per isolare varie sostanze attive (compreso il fattore di crescita) influenza stimolante sulle strutture circostanti.

Va notato che nel campo del trattamento delle malattie oftalmiche, tutti e due cellule staminali autologhe (preso direttamente dal paziente) e allogenico (embrione / fetale) cellule staminali produrre oggi varie sostanze biologicamente attive sono attivamente utilizzate

Tali sostanze attivano il ripristino di tessuti deformati e altre cellule , e anche il debug del processo naturale dell'omeostasi tissutale e cellulare.

Ovviamente, in alcuni casi oftalmici non è necessario ricorrere urgentemente alla terapia con cellule staminali, tuttavia, dopo ustioni agli occhi o erosione corneale ricorrente, il trattamento standard spesso non porta ai risultati desiderati.

E più tardi, la chiusura del danno epiteliale provoca cambiamenti irreversibili nella cornea. Perciò, in questi casi, il trapianto di cellule staminali non è solo desiderabile, ma anche necessario, perché la loro iniezione nel corpo porta a una diminuzione della torbidità della cornea, stimolazione dei processi di restauro riparativo, sospensione del flusso e normalizzazione del flusso sanguigno nella congiuntiva.

L'effetto positivo dell'iniezione di cellule staminali fornisce tali elementi in esse contenuti come citochine, interleuchine e fattori di crescita, la loro presenza / le funzioni attivano i processi rigenerativi e supportano l'attività vitale di tutte le cellule e tessuti. La procedura di trapianto di cellule staminali per il paziente è incredibilmente semplice – non è richiesto alcun intervento chirurgico – è possibile utilizzare una semplice infusione.

 

Dieci anni fa, i ricercatori hanno annunciato di aver convertito con successo le cellule staminali embrionali umane in cellule epiteliali del pigmento retinico.

Queste cellule aiutano a mantenere sani i fotorecettori dell'occhio. Ma quando lo stato dell'epitelio del pigmento retinico si deteriora, una persona può diventare cieca. Questo succede, di regola, con degenerazione maculare legata all'età della retina e degenerazione maculare – una malattia genetica che colpisce i giovani.

terapia con cellule staminali

Il team di ricercatori ha cercato di invertire questo processo. Gli scienziati hanno iniettato cellule staminali a 18 volontari, la metà dei quali ha avuto degenerazione maculare legata all'età, e l'altra metà aveva la malattia di Stahtgart. Un anno dopo, la condizione degli occhi di 10 i pazienti sono migliorati, altri tre si sono stabilizzati. Ognuno di questi 13 le persone hanno mostrato un aumento della pigmentazione, indicando che le cellule staminali trapiantate stanno funzionando.

Poiché è stato trattato solo un occhio di ogni persona (per motivi etici, lo studio non aveva un gruppo di controllo separato), è stato possibile seguire la dinamica della malattia nel secondo. In tutti i casi, le condizioni dell'occhio accoppiato hanno continuato a deteriorarsi.

In media, la visione del paziente è migliorata di tre linee secondo il test standard di acuità visiva. Durante il trattamento (e cominciò in 2012), non sono stati trovati effetti collaterali gravi, tra cui nessun segno della comparsa di tumori, il principale rischio potenziale nella terapia con cellule staminali.

Lo scopo dello studio era di fermare l'ulteriore deterioramento della visione, quindi migliorare le capacità visive è stato un piacevole inaspettato bonus per i ricercatori.

 

Domande?

Terapia con cellule staminali in Ucraina

terapia con cellule staminali