Cellule staminali. Legge per il trapianto di organi o tessuti

 

Redazione di contratti che prevedono l'acquisto e la vendita di organi o di altri diritti di materiale anatomico, fatta eccezione per il midollo osseo, sono vietati.

 

(Articolo 18. Il divieto sul commercio di organi e altro atto di diritti materiali anatomici 1999.07.16, “A proposito di trapianto di organi e di altri materiali anatomici”)

 

1. La violazione dell'ordinamento giuridico del trapianto di organi o tessuti umani – prevede multe fino a una cinquantina di reddito minimo di sussistenza esentasse, o di lavoro correzionale per un massimo di due anni, o alla detenzione per un periodo non superiore a tre anni, con la squalifica di tenere determinati posti o praticare alcune attività per un massimo di tre anni, o no.

 

2. Rimozione di una persona dei suoi organi o tessuti di violento o fraudolentemente a scopo di trapianto – prevede la reclusione fino a tre anni di reclusione per lo stesso periodo, con la squalifica di tenere determinati posti o praticare alcune attività per un massimo di tre anni.

 

3. Le azioni di cui la seconda parte del medesimo articolo, causato da un uomo che era in deliquio, o finanziariamente o in altro dipendente al convenuto – prevede la reclusione per un periodo non superiore a cinque anni o la reclusione per lo stesso periodo o no.

 

4. traffico illecito di organi umani o tessuti – prevede la reclusione per un periodo di cinque anni o la reclusione per lo stesso periodo.

 

5. Le azioni previste nella parte seconda, terzo o quarto di questo articolo ha causato un gruppo di persone sono in combutta, o la partecipazione a organizzazioni che sono coinvolti nel trapianto – prevede la reclusione per un periodo di cinque anni a sette anni, con interdizione da certe posizioni o impegnarsi in alcune attività per un massimo di tre anni.

 

(Articolo 143. La violazione della legge per il trapianto di organi o tessuti del codice penale di 2001.04.05, “Il codice penale”)


NBScience

organizzazione di ricerca a contratto

terapia con cellule staminali