Terapia con cellule staminali per contribuire a trattare il dolore della colonna vertebrale

Cellule staminali: necessità, scopo, efficacia

Uno dei problemi irrisolti vertebrology moderna e neurologia rimane un complesso di malattie associate con i cambiamenti degenerativi nei dischi intervertebrali. metodi tradizionali possono solo rimuovere singoli sintomi della malattia, mentre non v'è praticamente alcuna possibilità di interrompere la catena patologico che porta al danneggiamento sequenziale della maggior parte dei dischi intervertebrali.

Studi sperimentali hanno dimostrato che il trapianto della coltura di cellule staminali mesenchimali di cellule staminali multipotenti conduce alla rigenerazione dei tessuti disco intervertebrale, che si manifesta in aumento dell'altezza del disco e maggiore idrofilia, così come la formazione di un tessuto cartilagineo tridimensionale sostituendo il nucleo polposo e svolgere la sua funzione.

La terapia cellule staminali
Particolare attenzione è rivolta all'uso di tecnologie cellulari. La rivista biomolecolare ha pubblicato i risultati della prima fase dello studio clinico all'interno del programma EURODISC condotto in Germania. 12 pazienti di età 18 a 60 anni sono stati iniettati con trapianto di cellule autologhe nei dischi intervertebrali della colonna vertebrale lombare.

la terapia della colonna vertebrale cellulare

Il periodo di osservazione generale è stato fino a due anni. Di conseguenza, dopo 3 mesi dopo il trapianto di cellule staminali autologhe, lo stato dei tessuti disco intervertebrale è stata migliorata, manifestata in idratazione dei tessuti, aumento di altezza del disco rilevato con risonanza magnetica (modalità T2).

metodi morfologici hanno dimostrato che i condrociti sopravvivere dopo il trapianto, proliferare (etichetta BrdU), sintetizzare le proteine ​​della matrice intercellulare (proteoglicani) e collagene (tipo I e II). Riduzione e completa scomparsa della sindrome del dolore è stato osservato per due anni (che corrisponde alla ricostruzione radiografica del disco). Lo stato clinico dei pazienti è stata significativamente migliorata in tutte le scale funzionali utilizzati nello studio. Tutti i pazienti dopo il trapianto di cellule staminali non hanno richiesto un intervento chirurgico successivo, nonostante la rimozione incompleta di tessuti a disco ed una elevata probabilità di sporgenze secondarie.

così, lo studio clinico condotto all'interno della prima fase ha mostrato la sicurezza e l'efficacia del trapianto di cellule staminali autologhe per il restauro dei tessuti disco intervertebrale in pazienti sottoposti a rimozione dei metodi minimamente invasivi intervertebrali.

 

la terapia della colonna vertebrale cellulare

terapia con cellule staminali