Identificazione di cellule staminali multipotenti in tessuto cerebrale umano a seguito del colpo

regioni perivascolari del cervello porto cellule staminali multipotenti. Abbiamo precedentemente dimostrato che periciti del cervello vicino a vasi sanguigni si sviluppano anche multipotenza dopo ischemia sperimentale nei topi e queste cellule staminali multipotenti indotta da ischemia (ISC) può contribuire alla neurogenesi. però, è essenziale per comprendere i tratti della ISC nel cervello umano poststroke per le possibili applicazioni in terapie basate sulle cellule staminali per pazienti colpiti da ictus. in questo studio, si segnala per la prima volta che ISC può essere isolato dal cervello umano poststroke. Putative ISC derivavano da tessuto cerebrale poststroke ottenuti da pazienti anziani ictus richiedono craniectomy decompressione e lobectomia parziale diffusa infarto cerebrale. L'immunoistochimica ha dimostrato che questi ISCS sono stati localizzati nei pressi di vasi sanguigni all'interno di aree poststroke contenenti apoptotici neuroni / necrotiche e ha espresso sia il nestina marker delle cellule staminali e diversi marcatori pericitica. Isolato ISC ha espresso questi stessi marcatori e ha dimostrato un elevato potenziale proliferativo senza perdita di staminalità. inoltre, ISC isolato espressi altri marcatori di cellule staminali, come Sox2, c-myc, e Klf4, e differenziate in più celle in vitro, compresi i neuroni. Questi risultati dimostrano che ISCs, che sono suscettibili cerebrali derivati ​​periciti, sono presenti all'interno del cervello umano poststroke. Questo studio suggerisce che ISC può contribuire alla riparazione neurale nei pazienti con ictus.

introduzione
L'ictus ischemico si traduce spesso in sistema nervoso centrale gravi e irreversibili (CNS) disfunzione. Mentre un numero crescente di pazienti con ictus ora beneficiare di trattamenti come l'intervento neuroendovascular e la terapia trombolitica [1,2], molti ancora soffrono sequela permanente a causa della finestra di tempo limitata per queste terapie e frequenti ricanalizzazione senza successo.

terapie basate sulle cellule staminali sono emersi come una promettente opzione terapeutica alternativa per i pazienti con ictus ischemico. Fra i vari tipi di cellule staminali, / cellule progenitrici staminali neurali (NSPCs) sono un forte candidato terapeutico perché possono differenziarsi in vari tipi di cellule neurali, compresi i neuroni. Accumulando prove indicano che NSPCs sono presenti non solo nei roditori [3-7] ma anche nel sistema nervoso centrale umano [8-10]. Precedenti esperimenti roditori hanno anche dimostrato che molti tipi di cellule nel cervello sano maturo, come astrociti nella zona subventricular (SVZ) [3,4], cellule ependimali [7], cellule precursori oligodendrociti [5], e glia residente [11], sono potenziali fonti di NSPCs.

Anche se l'origine esatta di NSPCs in condizioni patologiche rimane poco chiaro, utilizzando un modello murino di infarto cerebrale, abbiamo riportato in precedenza che periciti cerebrali vicino vasi sanguigni sviluppate attività delle cellule staminali multipotenti in risposta ad ischemia / ipossia e differenziate in varie linee neurali [12,13]. Questi risultati indicano che le cellule staminali multipotenti ischemia indotta (ISC) provenienti da periciti (iPC) funzione NSPCs nei topi e può contribuire alla rigenerazione neurale [12-14].

però, non è ancora chiaro se periciti possono anche passare a multipotenza nel cervello dopo l'ictus umana. inoltre, è essenziale per comprendere la regolazione della proliferazione e differenziazione iSC umano per possibili applicazioni in terapia ictus a base di cellule staminali. Anche se nestina + cellule del nostro precedente studio ha identificato contenenti presumibilmente popolazioni ISC in poststroke cervelli umani autopsied [15], non v'è ancora alcuna prova diretta che ISCS sono presenti o indotta all'interno del cervello umano poststroke.

in questo studio, utilizzando campioni cerebrali ottenuti da pazienti con ictus che intero lobectomia parziale nonché craniectomy decompressivo per diffusa infarto cerebrale, abbiamo studiato se ISC può essere isolato dal cervello umano poststroke. Abbiamo poi esaminato la localizzazione, pattern di espressione genica, potenziale proliferativo, e multipotenza di ISC umani.

 


NBScience

organizzazione di ricerca a contratto

terapia con cellule staminali